lunedì 2 maggio 2011

OTTAVIA (studio #2)



questa è una seconda pagina di studi per la città di ottavia sempre tratta dal libro le città invisibili di Italo Calvino.

il concetto è quello di una serie di ballatoi sospesi da corde su più piani, case appese in sacchi come suggerito del testo e attaccate con palloni volanti ai camminamenti, ho cercato di pensare anche al sostentamento degli abitanti: sacche d'acqua piovana negli incroci dei ponti sospesi.. per il cibo invece giardini verticali.
la vita della città è costretta in equilibrio sull'abisso ma procede come quelle di tutte le altre città del pianeta: la piazza del mercato nel settore più alto, l'unico collegato con "l'esterno" e le prigioni appese subito sotto.